• Home
  • News
  • Cosa si intende per dispositivo domotico?

Cosa si intende per dispositivo domotico?

27/05/2022

La domotica sta rivoluzionando la vivibilità degli ambienti domestici o di lavoro. Grazie a sistemi interconnessi tra di loro, e non senza l’imprescindibile aiuto della rete, essa è infatti in grado di migliorare ogni aspetto della vita tra le mura di un edificio, dalla semplice accensione di un interruttore fino alla gestione di macchinari complessi nonchè all’ organizzazione e alla gestione di più comandi in una volta sola. Per fare quanto detto è però indispensabile avere a propria disposizione uno strumento fondamentale, il dispositivo domotico che consente di gestire da un unico hardware tutti i sistemi della casa o dell’immobile a destinazione terziaria-commerciale o produttiva.

Leggi anche: Impianti domotici e di building automation: i servizi di SIME

Un elemento molto utile, soprattutto quando in azienda si devono gestire ambienti di grandi dimensioni che difficilmente si riescono controllare solo con la presenza fisica se non a fronte dell’impiego di maggiori risorse in termine di personale.  In questo articolo vediamo dunque perché vale la pena di dotarsi di un dispositivo domotico e quali benefici possa portare.

Può interessarti anche: La building automation per aziende come motore per il miglioramento dell’ambiente lavorativo

1.  Assistenti vocali

Si tratta del dispositivo domotico più utilizzato, soprattutto tra le mura di casa. Il suo funzionamento si basa su un software d’intelligenza artificiale in grado di interagire con i comandi vocali di chi li pronuncia: non a caso si parla di smart speaker, ossia di un dispositivo che, se collegato a internet, riconosce la voce umana, elabora le richieste vocali e risponde prendendo le informazioni dal web oppure azionando i comandi o attivando le funzioni che sono state richieste.

2.  App di regolazione della luce

Tra le varie funzioni che la domotica applicata consente vi è quella di poter controllare l’illuminazione dell’immobile da un dispositivo domotico: programmarne l’accensione e lo spegnimento, prevedere le stesse funzioni solo per alcune luci o per quelle di un intero reparto/edificio, regolarne l’intensità al variare della luce solare.

3.  App di regolazione del clima

Lo stesso concetto si può applicare anche alla termoregolazione di un edificio. Tramite un unico hardware è infatti possibile gestire il clima di singoli ambienti o interi edifici, giungendo a un doppio obiettivo importante: da una parte, la salubrità degli ambienti e delle persone che ne fruiscono, che possono giovare di un clima sempre ottimale per il proprio benessere; dall’altra, la salute dell’ambiente perchè in questo modo è possibile efficientare i consumi, evitando l’emissione di CO2 e agenti inquinanti nell’atmosfera e tagliando inutili consumi in bolletta. 

4.  Prese comandate

Come dispositivo domotico, la presa intelligente si rivela importante per la gestione dei consumi, consentendo a chi ne faccia uso di risparmiare e contribuire a rendere più green il nostro stile di vita.

Vuoi saperne di più e iniziare a usare il tuo dispositivo domotico?

CI TROVIAMO A BUSTO ARSIZIO IN VIA ARONA, 2