• Home
  • News
  • VERIFICA IMPIANTI DI MESSA A TERRA

VERIFICA IMPIANTI DI MESSA A TERRA

Periodicità dei controlli

Tutte le aziende con almeno un dipendente al proprio interno sono obbligate a far eseguire una verifica di messa a terra degli impianti elettrici con una periodicità biennale o quinquennale. A dirlo è il Dpr 462/01.

L’impianto di messa a terra è il segmento dell’impianto elettrico che interviene nel caso dovesse verificarsi un danneggiamento, inoltre protegge contro l’elettrocuzione e i fulmini.

La verifica periodica della messa a terra è biennale quando si tratta di luoghi in cui c’è un forte pericolo di incendio con conseguenti maggiori rischi per il personale. Ogni due anni sono soggetti a controlli anche i cantieri edili, i locali ad uso medico e tutti gli ambienti a rischio esplosione.

La verifica diventa quinquennale per tutti gli altri generi di attività.

I controlli devono essere effettuati esclusivamente da Organismi Ispettivi di tipo “A” privati che siano in possesso dell’abilitazione Ministeriale, sottostando a precise leggi e normative europee, o, in alternativa, da ASL e ARPA. Sono vietate le verifiche degli impianti di messa a terra effettuate da professionisti o imprese installatrici.

Ogni inadempienza sarà punita con sanzioni amministrative a partire da 258 euro fino a 4131.66 euro e con l’arresto da 3 a 6 mesi.

CONTATTACI SUBITO PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI

CI TROVIAMO A BUSTO ARSIZIO IN VIA ARONA, 2